COSA E' IL PROGETTO SOFT


Soft è il progetto dell’Istituto Pedagogico partito a settembre 2009, con la definizione delle linee guida progettuali e dello staff di progetto. Il compito dell’Istituto Pedagogico, come da delibera 1928 del 27 luglio 2009, era ed è quello di sostenere le scuole nella costruzione dei curricoli d’Istituto nel rispetto dell’impianto normativo e pedagogico delle "nuove Indicazioni provinciali".
L’anno scorso lo staff di progetto, ha cercato di definire, assieme alle scuole, le priorità da perseguire in un piano proficuo di applicazione delle Indicazioni stesse. In sintonia con l’etimo anglosassone di SOFT, ma con in testa ben chiaro l’obiettivo di perseguire il significato profondo contenuto nel nome, ovvero Sviluppo dell’Orizzonte Formativo Territoriale. Lo ha fatto andando direttamente sul campo, intervenendo nei collegi docenti, nei gruppi di progetto, nelle commissioni, nelle programmazioni di modulo e/o nei consigli diclasse, incontrando la scuola lì dove opera, per intercettarne nel modo più oggettivo possibile la realtà.
Da qui la necessità di riflettere assieme, già a marzo di quest’anno, delle novità introdotte dai nuovi strumenti di valutazione e certificazione delle COMPETENZE, come comunità docente coinvolta in prima persona da questo processo di innovazione del sistema educativo.
A settembre si è svolto il secondo seminario per riflettere assieme sul curricolo e di come si possa passare dalla fase di condivisione dell’impianto pedagogico contenuto nelle Indicazioni alla fase d’aula, per praticare nella quotidianità quei differenziali d’innovazione contenuti nel testo stesso, volti alla crescita ed allo sviluppo consapevole del sistema educativo e di conseguenza della società tutta.
Il ciclo dei tre seminari dedicati ai nodi pedagogici si è concluso con l’incontro del 15 ottobre, dedicato alla didattica, durante il quale sono emerse forti istanze di trasversalità e verticalità da parte degli insegnanti chiamati a definire nell’azione quotidiana un curricolo costruito alla luce delle Indicazioni provinciali e delle competenze in esse definite.
Lo staff di progetto, tenendo conto di quanto già predisposto dalla Sovrintendenza (PSL, PPA, INVALSI...) ha preso contatto con i dirigenti, per concertare assieme attraverso quali forme (supporto di esperti in aula, laboratori didattici per i docenti, consulenza ai singoli insegnanti e/o consigli di classe) si articolerà il supporto alle scuole previsto dal mandato.
SOFT non è dell’Istituto Pedagogico: è delle scuole, per le scuole. Fatene l’uso più opportuno per il miglioramento della vostra scuola, della vostra realtà lavorativa. L’innovazione funziona solo se partecipata, condivisa. Le buone pratiche non mancano certo alla nostra scuola, ma se non sono condivise, partecipate dalla comunità tutta, restano immancabilmente legate alle singole realtà d’Istituto, e non possono dirsi caratterizzanti del sistema educativo territoriale.
Alessandro Garavelli
responsabile del progetto SOFT

**Il testo delle INDICAZIONI PROVINCIALI per la definizione dei curricoli relativi alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado negli Istituti della Provincia di Bolzano**

Le scuole coinvolte


Visualizza le scuole del progetto SOFT in una mappa di dimensioni maggiori


La mappa generale del progetto



I macro nuclei fondanti l'azione formativa del progetto SOFT